Il sarrismo batte Conte – Analisi tattica – Inter-Juventus 1-2

26



Seguimi su Instagram:

INTER-JUVENTUS 1-2
Davanti agli oltre 75 mila spettatori di San Siro, il big-match fra Inter e Juventus vede uscire trionfatori i bianconeri che mostrano la propria superiorità tecnica e tattica soprattutto nella seconda frazione di gioco.

L’Inter si schiera in campo con il 3-5-2, Sensi ha il solito ruolo ibrido più avanzato rispetto ai compagni di reparto, leggermente decentrato a sinistra pronto a ricevere passaggi fra le linee.
In fase difensiva l’italiano deve essere bravo a coordinarsi con i compagni di reparto per marcare Pjanic, infatti quando il bosniaco è spostato verso la zona sinistra del campo è Brozovic a uscire in pressione.

Sarri, invece, dispone la Juve in un 4-3-1-2, dove Bernardeschi, Dybala e Ronaldo hanno grande libertà di posizionamento in fase di possesso, i 3 si scambiano spesso per non dare riferimenti agli avversari.

ANALISI TATTICA INTER-JUVE
La Juventus parte forte e sin dall’inizio prova a gestire il pallone e a controllare la partita, neanche il tempo di sistemarsi in campo che i bianconeri trovano il gol, e anche dopo l’1 a 0 i bianconeri continuano nel pressing alto.
Questo tipo di pressione, però, crea spazio alle spalle di Khedira dove Sensi è molto bravo a giocare e a farsi trovare fra le linee, ricevendo più di una volta il pallone in zona pericolosa.

L’Inter, invece, cerca di sviluppare l’azione sulle fasce creando dei due contro due con i difensori dell’Inter, Barella e D’Ambrosio gestiscono la corsia, con l’ex Cagliari che spesso rimane più basso per dare un appoggio. E’ proprio dalla fascia destra che arriva il cross che al 17’ provoca il rigore dell’1-1 realizzato da Lautaro Martinez.
Un’altra soluzione classica utilizzata dall’Inter è stato il passaggio verticale per una delle due punte, sia Lukaku che Lautaro sono scesi nel corso della partita per raccordare il gioco con il centrocampo.

In fase offensiva la Juventus ha l’obiettivo di creare dei triangoli sulla fascia, in modo da saltare poter saltare l’esterno e il difensore avversario che esce, oltre a creare spazio in mezzo al campo.
Come abbiamo visto i giocatori della Juve riempiono l’area di rigore con almeno due uomini e forniscono almeno due possibili appoggi al portatore di palla.
Tutto ciò viene eseguito in perfetto stile sarriano ovvero con velocità e dinamicità, ogni volta scaricata palla i giocatori si muovono.
Ma quando gli ospiti riescono a verticalizzare i difensori nero-azzurri rimangono incollati agli attaccanti seguendoli per tutto il campo in modo da non permettergli di girarsi e di partire in un 3 contro 3.

INTER-JUVE 1-2 secondo tempo
Nella seconda frazione i due centrocampisti dell’Inter si cambiano nuovamente di posizione ma è la Juve a fare la partita.
Nonostante un possesso palla totale leggermente in favore dell’Inter, la Juventus ha gestito la palla per il 57% del tempo nella metà campo avversaria, contro il 37% dei padroni di casa.
Il giocatore fondamentale per mantenere il possesso palla è Pjanic, il quale quando subisce la pressione di un avversario è molto bravo a giocare il pallone di prima, mentre quando l’Inter si abbassa e gli avversari sono lontani, rimane comunque in una posizione arretrata per trovare spazio e per scegliere la giocata migliore.

Con il passare dei minuti l’Inter si schiaccia molto e abbassa vistosamente il baricentro, per questo Brozovic inizia ad alzarsi con più frequenza sul regista avversario.
Con questo movimento, però, lascia una zona libera importante davanti alla difesa dove si possono inserire i giocatori bianconeri e fare male.
Al 54’ Conte è costretto a sostituire Godin per Bastoni, e poco dopo Sarri inserisce Bentancur e Higuain per Khedira e Bernardeschi, spostando Dybala dietro le due punte.
Sarri capisce sin da subito che qualcosa non va e al 71’ corre ai ripari sostituendo Dybala per Emre Can. Così facendo Bentancur si sposta in trequarti per svolgere il lavoro di sacrificio che ha fatto Bernardeschi nei primi 60 minuti, muovendosi fra Brozovic e il difensore centrale
L’Inter si trova sempre più in difficoltà, fra il 65’ e l’80’ la Juve mantiene addirittura il 70% di possesso palla e dopo ben 24 passaggi consecutivi proprio all’80’ arriva il gol che conclude la Inter-Juve sul 1-2.

#InterJuve #SerieA #Sarri
============================================================

Iscriviti ad Alesia qui:

Nguồn: https://gommap.org/

Xem thêm bài viết khác: https://gommap.org/category/bong-da/

26 Comments
  1. Davide Lassandro says

    Bravissimo mi piacciono un sacco i tuoi video molto meglio delle stronzate che sparano in TV

  2. M_K says

    Giusta analisi ma che flemma che hai….

  3. fra ncesco says

    Puoi fare un analisi tattica del genoa di thiago motta

  4. MauroFDTO says

    Mi permetto di dire che De Vrij sul gol di Higuain è in ritardo su Ronaldo per un semplice motivo: non si è fidato di Bastoni e della sua marcatura su Higuain, perché Ronaldo tutto sommato non ha fatto nessun contromovimento, quindi era marcabile, e non avendo visto Bastoni che seguiva Higuain per l'eventuale lancio ha pensato di seguirlo lui.
    Inoltre Barella si trovava nella terra di nessuno sin da quando aveva il pallone Cuadrado. Brozovic gli fa un piccolissimo cenno di seguire Bentancur (i motivi possono essere tanti, ma credo sia dettato dalla stanchezza) ma entrambi non fanno il movimento che andava fatto.Ed è proprio qui che la velocità sulla tre quarti delle squadre di Sarri fa la differenza, perché è difficile per qualunque squadra essere lucidi e avere gamba per mantenere gli automatismi all'80'. L'errore di Bastoni invece è sin troppo palese e non va nemmeno spiegato.
    Bellissima spiegazione tattica, complimenti. Anche gli altri video tuoi sono interessantissimi

  5. Salvo Errori says

    figa complimenti

  6. Valegianita 05 says

    De Ligt, senza h, cazzarola !!!

  7. M_K says

    Tante parole (di una noia mortale) che si potrebbero sintetizzare in un:

    Inter merda,sempre

  8. Esercito Di Burioni says

    "De Light"???

  9. Enzo Black says

    Tutti pensavano che Bernardeschi trq fosse una mossa offensiva. Sarri ha ingannato tutti, si è capita la sua vera finalità quando poi ha messo là bentancur. In realtà Bernardeschi (e ogni trq di sarri, eccetto i pochi spezzoni che fa dybala là) serve a schermare il gioco di Miralem Pjanic. A dimostrazione che Sarri pare buono buono ma è un grandissimo (in senso buono) figlio di puttana.
    ❤️

  10. Keyvan Alberto Sobhi says

    Complimenti di nuovo ….

  11. Stefano Oberto says

    Bellissimo video, complimenti

  12. William Olivieri says

    Bellissima analisi!

  13. matteo palma says

    De ligt con l'H???🤦‍♂️

  14. matteo palma says

    Se gli allenatori fossero stati invertiti l'Inter avrebbe perso lo stesso e avresti scritto che Conte batteva il sarrismo

  15. mikelus jp says

    Devrij e Godin che lasciano la posizione per andare a togliere la palla a Ronaldo per avere un riscontro mediatico e lasciando scoperta la fascia sinistra e facendo cosi' segnare la Juventus. Non e' mancanza d'esperienza ,e' mancanza di societa' . E' diverso.

  16. Antonio f says

    Vi piace Sarri ehh 😉

  17. Adamsky Adamsky says

    In poche parole… gli abbiamo fatto un culo così….💪💪💪💪💪

  18. flavianoettore says

    Video ben fatto ma queste analisi tattiche in stile basket lasciano il tempo che trovano se riferite al calcio. E' stata una normalissima partita tra due ottime squadre organizzate nella quale una delle due aveva meno tasso tecnico . La differenza negli ultimi minuti è ovvia perché quella tra le due più "scarsa" arriva in debito di ossigeno. Parlando così di tattica si perde l'essenza del calcio, in una partita di questo tipo la differenza l'ha fatta semplicemente Higuain, con quel controllo fantastico da vero Campione si è creato lo spazio per il tiro del gol vittoria che non ha assolutamente a che fare con qualsiasi elucubrazione tattica.

  19. ilbelle86 says

    Complimenti si bravissimo !
    ps
    ma che fine ha fatto l'analisi di napoli-juve?

  20. Biz Jet TV says

    Buona analisi, ma Conte ha vinto 3 Campionati di Serie A + 1 Premier League + FA Cup, ha anche portato sia il bari e Siena in Seriie A. Sarri ha vinto soltanto un Europa League ed ha 10 anni piu' di Conte. Vero che questa partita e' stata analizzata bene ma Conte ha vinto molto di piu'.

  21. BADMAASH says

    Please make videos in english

  22. Salvatore Gallifuoco says

    Handanovic contro la juve nn prende un gol serio da almeno un paio di anni

  23. M M says

    Vivo all'estero e sono allenatore di calcio nelle under 19. Alleni ache tu?

  24. Antonio Tommasino says

    rimpiango il comandante al napoli…che errore farlo partire ma ancora non lo hanno capito

  25. Gino Grisorio says

    La verità è che siamo sempre i più forti mi dispiace nerazzurri ma da quando avete voluto la var non avete più niente a cui attaccarvi mettetene un'altra di var che stiamo più tranquilli due è meglio di uno

  26. lidiarte says

    bravissimo

Leave A Reply

Your email address will not be published.